The Witch

Film 2015 | Horror V.M. 14 90 min.

Titolo originaleThe Witch
Anno2015
GenereHorror
ProduzioneUSA
Durata90 minuti
Regia diRobert Eggers
AttoriAnya Taylor-Joy, Ralph Ineson, Kate Dickie, Harvey Scrimshaw, Lucas Dawson Ellie Grainger, Julian Richings, Bathsheba Garnett, Sarah Stephens.
Uscitagiovedì 18 agosto 2016
TagDa vedere 2015
DistribuzioneUniversal Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14
MYmonetro 3,34 su 34 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Robert Eggers. Un film Da vedere 2015 con Anya Taylor-Joy, Ralph Ineson, Kate Dickie, Harvey Scrimshaw, Lucas Dawson. Cast completo Titolo originale: The Witch. Genere Horror - USA, 2015, durata 90 minuti. Uscita cinema giovedì 18 agosto 2016 distribuito da Universal Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 3,34 su 34 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi The Witch tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un'intera famiglia sembra essere posseduta da strani spiriti sovrannaturali. In Italia al Box Office The Witch ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 468 mila euro e 187 mila euro nel primo weekend.

The Witch è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,34/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,17
CONSIGLIATO SÌ
Un film cupo e ossessivo che impressiona figurativamente, con una eleganza quasi pitto-rica che riflette l'oscurità piombata sulle anime dei suoi protagonisti.
Recensione di Rudy Salvagnini
Recensione di Rudy Salvagnini

New England, 1630. Il rigido e bigotto William, che si difende fieramente sostenendo di aver solo praticato il verbo di Cristo, viene giudicato da una corte e allontanato dalla co-munità assieme a sua moglie Katherine e ai loro cinque figli. I reietti si sistemano in una piccola fattoria solitaria ai confini di un fitto bosco. La figlia maggiore Thomasin ha dei dubbi, si sente peccatrice. Porta Sam, il fratellino neonato, a giocare vicino al bosco, ma il bambino le viene misteriosamente sottratto. Inoltre, il raccolto va male. Perciò William de-cide di cercare cibo nel bosco assieme al figlio Caleb, che, turbato dalla scomparsa del fratellino, si fa domande sul Bene e sul Male, sul peccato e su dove egli sia destinato, se Inferno o Paradiso. Thomasin mostra ulteriori segni di turbamento: per spaventarla, dice alla sorellina Mercy d'essere la strega del bosco e di aver sacrificato Sam al diavolo. Ca-leb è sconcertato dalle parole della sorella maggiore, ma Thomasin non può rassicurarlo. Di fronte alle ristrettezze, i genitori pensano di mandare Thomasin a servizio presso un'altra famiglia. Caleb, turbato dalla prospettiva (è molto legato alla sorella), cerca una soluzione e va nel bosco di notte con Thomasin per trovare cibo. Ma solo Thomasin fa ritorno e per la famiglia l'orrore si avvicina.
Cupo e ossessivo, il film rappresenta con tagliente efficacia il difficile rapporto tra una famiglia espulsa dalla collettività, una natura misteriosa e opprimente dai mille segreti e il soprannaturale che aleggia sfuggente quale possibile spiegazione a ciò che viene rite-nuto inspiegabile.
Le dinamiche interne alla famiglia, gravata dal peso del Peccato in cui sente di vivere e spaventata dal contatto con un ambiente ostile e dalle privazioni della povertà, tendono a una progressiva disgregazione, cui il patriarca William cerca di resistere con la forza di una fede che la moglie, provata dagli avvenimenti, mette sempre più in discussione. Le angosce, i dubbi e le paure si riflettono come in uno specchio deformato nell'oscurità del bosco ritornando sotto la forma occulta di manifestazioni magiche e stregonesche che possono o meno essere reali. Sospetto e superstizione completano la terribile parabola umana, facendo travisare i fatti e generando un clima di negatività invincibile, nel quale tutti si accusano e nessuno crede a nessuno in un crescente parossismo paranoico. Su tutto, l'incapacità degli esseri umani di comprendere la loro posizione nella natura delle cose.
Immerso nelle tenebre notturne rischiarate solo dalla pallida luce delle candele o nel de-bole chiarore di giornate nelle quali i raggi del sole sembrano non mai farsi strada tra le livide nuvole, il film impressiona figurativamente, con una eleganza quasi pittorica che riflette l'oscurità piombata sulle anime dei suoi protagonisti (la fotografia di Jarin Blaschke è uno dei punti di forza del film).
Notevole esordio nel lungometraggio per Robert Eggers che dimostra uao mano sicura e uno stile austero e raffinato, capace di gestire alla perfezione l'equilibrio costante tra la realtà e la sua trasfigurazione, in bilico tra la concretezza della natura e la magia che da essa scaturisce. Una certa lentezza appesantisce a tratti la visione, ma è fisiologica al na-turale procedere della vicenda: è un horror atipico, un classico film d'atmosfera in cui non succede molto e tutto sta nei dettagli (la finezza di alcune notazioni, come l'attrazione provata da Caleb per Thomasin, è esemplare), nel tempo sospeso dell'attesa.
Ottima prova del cast, convinto e convincente. Tra tutti emerge Anya Taylor-Joy nei panni della fragile Thomasine, determinata a salvarsi a ogni costo e a trovare una nuova ragio-ne di vita.

Sei d'accordo con Rudy Salvagnini?
THE WITCH
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 4 luglio 2017
laurence316

Uno dei più apprezzati horror (horror si fa per dire) della stagione, è in realtà, paradossalmente, uno dei più pedanti, stupidi ed estenuanti, gravato da una lentezza esasperante che non fa altro che appesantire ulteriormente una narrazione già di per sé pesante e scontata dentro la quale non si capisce come chicchessia abbia potuto ravvisarvi anche solo il [...] Vai alla recensione »

martedì 12 luglio 2016
Ashtray_Bliss

The Witch rappresenta un'esperienza visiva ed emotiva tutt'altro che facile da decodificare e da smaltire. Ponendosi su differenti piani narrativi si offre per più spunti riflessivi e chiavi di lettura dello stesso. Un film ambiguo, profondamente evocativo, mistico e sinistro è un prodotto che ti resta impresso e si scava una strada nel subconscio degli spettatori.

domenica 1 maggio 2016
Alessandro Medri

Disturbing. Non esiste un termine migliore o eguale in italiano. La rappresentazione scenica del male nel rispetto della tradizione iconografica cristiana, cullata da una fotografia sublime, un coloring imbevuto di storia, poesia, amore per il testo, capace di creare un glorioso cortocircuito sinestesico  che supera i sensi e colpisce direttamente nel subconscio, evocando la forma archetipa della [...] Vai alla recensione »

venerdì 21 luglio 2017
Dale Cooper

Raramente negli ultimi tempi escono pellicole del genere. Pellicola imperdibile per gli amanti della settima arte. Forse la quinta stella è esagerata, ma penso che questo film negli anni diventerà un punto di riferimento. La tensione generata dalle prime inquadrature non scema per tutta la durata fino ad accrescere in un finale maestoso. Tensione, inquietudine e bellezza. 

domenica 30 aprile 2017
Fabal

Un horror psicologico come se ne vedono ormai pochi. Di quelli in cui il terrore è un'atmosfera ossessiva, costruito da una parabola crescente di dettagli, dialoghi e tensioni sottese. Siamo nel New England, nella prima metà del 1600, quando i Padri Pellegrini fondarono le prime colonie nel Nord America, riunendosi in comunità puritane e costruendo interi villaggi.

domenica 21 agosto 2016
elpiezo

 Una bigotta famiglia di contadini alloggia in una fattoria isolata ai margini di un folto e sinistro bosco. Le misere esistenze di un nucleo familiare oppresso da improvvise presenze ostili e schiacciato dal peso di un misticismo ossessvo ed estenuante. Una regia accurata ed una fotografia eccelsa per raccontare i deliri di individui in balia di una fede che non sembra in grado di perseverarli [...] Vai alla recensione »

sabato 20 agosto 2016
Pegg94

Negli ultimi anni il genere horror ha sofferto parecchio, colpa di pellicole tutte uguali tra loro, banali e mal fatte. Fortunatamente nell'ultimo periodo qualche spiraglio di luce c'è stato: sono uscite pellicole ben fatte, realmente spaventose; questo splendido "The Witch" ne fa parte. Il regista Robert Eggers debutta dietro la macchina da presa con un film spiazzante, inquietante e morboso, facendolo [...] Vai alla recensione »

sabato 16 settembre 2017
pedro

Va innanzitutto detto he non si tratta di un horror “sensu stricto”, ma di una film drammatico con nel fondo una famiglia di puritani, da poco arrivati in America, col loro carico di severo ed estenuante estremismo religioso. La storia in fondo racconta con perfetto realismo, la sociologia della cultura delle streghe. Lo fa con un gruppo di attori eccellenti (oltre all’interprete [...] Vai alla recensione »

martedì 27 dicembre 2016
max scia

Non lasciatevi forviare dal titolo di questo film.- Se cercate facili emozioni attraverso facili espedienti andate altrove.- Di film horror di questo tipo c'è ne sono a dozzine.- Se amate veramente il cinema e avete voglia di vedere qualcosa di nuovo e sorprendente, dovete vedere film.- E’ una perla rara, ci dimostra come sia possibile fare di un  horror anche un grande film, [...] Vai alla recensione »

domenica 28 agosto 2016
LorenzoMeloni

(il voto sarebbe 4 stelle e mezzo) Nel New-England seicentesco una famiglia di coloni viene esiliata dalla comunità a causa del loro fanatismo religioso; padre, madre e cinque figli vanno a vivere da soli su una piana al limitare di una foresta. E' una vita dura, confortata solo dalla fede e dall'affetto reciproco, un equilibrio fragile che si incrina quando l'ultimo nato scompare [...] Vai alla recensione »

mercoledì 24 agosto 2016
biso 93

The vvitch e' un film atipico che rinnova, x cosi dire, il genere horror pur ricostruendo la vita di una tipica famiglia pellegrina del 1600. Un difetto secondo me sta nella sua lentezza, mitigata cmq da un'atmosfera cupa e desolante, evocatrice di quel male che pian piano si manifestera'. La ricostruzione del linguaggio, dei vestiti, degli usi dei padri pellegrini e' molto certosina [...] Vai alla recensione »

venerdì 13 luglio 2018
Gennaro

Un film che non è film. E' un indovinello. (SPOILER) Se siamo in un'epoca antica perché a un certo la protagonista di nome Thomasin, secondo la famiglia, la strega dice che ha dato un SMS. Esistevano di già i telefoni? Ci sono dei spunti che danno l'idea del brivido, ma le scene vengono fulminate e non ne parlano più.

martedì 3 ottobre 2017
Dandy

L'esordio dal regista-sceneggiatore,è un horror psicologico che usa la stregoneria mettendola praticamente in sordina di fronte a un male più grande e implacabile,quello scaturito dalla superstizione,e dal fanatismo religioso.La strega,presenza marginale nel film(ma ogni sua apparizione resta impressa,a cominciare dalla prima dove usa il bambino rapito per i suoi scopi)diventa la [...] Vai alla recensione »

domenica 11 settembre 2016
Alex62

Una famiglia di pionieri, dominata da un padre fanatico religioso, come molti di quelli che erano partiti dalla madrepatria per fondare una Nuova Inghilterra (New England, appunto) insieme con pendagli da forca e prostitute che avevano ottenuto la surroga della condanna a morte nella deportazione. Siamo in un'epoca ancora lontana da quella delle grandi emigrazioni.

martedì 31 maggio 2016
khaleb83

È raro poter vedere un film dell'orrore e terminare con una certa soddisfazione; normalmente la quasi interità dei prodotti "di genere" è pura spazzatura, virando al trash (nel migliore dei casi) o allo splatter gratuito. The Witch invece è un prodotto perfettamente calibrato, che mostra solo quel che serve a stimolare la fantasia senza insistere troppo, lasciando [...] Vai alla recensione »

martedì 28 febbraio 2017
andrej

Film davvero interessante, originale ed estremamente ben fatto: ottima la ricostruzione storica dell’epoca e della sua fanatica, cupa e folle religiosita'; ottimi i dialoghi, i costumi e la fotografia, che da' a tante scene la dignita' e bellezza di certi dipinti; ottimi gli attori, anche i bambini; trama avvincente, caratterizzata da un lento crescendo di suspence che non lascia [...] Vai alla recensione »

domenica 1 maggio 2016
gianleo67

Banditi dalla comunità del New England in cui vivono per il loro radicalismo religioso, una famiglia di pellegrini si stabilisce in una fattoria isolata prospiciente una selvaggia zona boschiva. Quando il figlio più piccolo, un bambino di pochi mesi, sparisce misteriosamente, un clima di sospetto e di paura inizia a diffondersi tra i componenti, alimentato da arcaiche superstizioni [...] Vai alla recensione »

mercoledì 31 agosto 2016
Jessica

il film a parer mio non ha senso già dall'inio, questa famiglia viene cacciata da questo villaggio e  vanno a vivere in questo posto desolato, con accanto un bosco secondo me doveva essere spiegato meglio il motivo... il figlio più piccolo viene rapito e da quanto si intende fatto a pezzi, ma anche qui potevano giocarsela decisamente meglio come d'altronde la scomparsa e [...] Vai alla recensione »

mercoledì 24 agosto 2016
djspesso

Siamo ai tempi dei pellegrini, in america, e una famiglia, molto religiosa (direi proprio bigotta) è costretta a lasciare il villaggio, ma trovando un terreno al limitare del bosco si sistema li. Da questo momento, a questa povera famiglia, ne succederanno di tutti i colori e la fede, che da sempre li ha sostenuti, sara' solo un ostacolo che non permetteà loro di affrontare cio che [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 gennaio 2017
Cevappo

Una storia che "rapisce" la nostra fede e la nostra speranza per farci affrontare attraverso le gesta di una famiglia in fase di sgretolamento, i malefici  e le paure portate da un entità oscura..una Strega. Molto folk la caratterizazione dell' antagonista, che viene a noi in varie forme molto comuni nell 'immaginario collettivo, e riesce a inquietare con sequenze quasi [...] Vai alla recensione »

domenica 4 settembre 2016
ralphscott

Dire horror è riduttivo ed improprio. L'ottimo manipolo di attori si presta a mettere in scena,senza l'ausilio di effetti speciali vistosi,l'implosione di una famiglia di coloni in un America povera e profondamente ignorante. E' un bellissimpo documento di valore antropologico,che probabilmente deluderà il pubblico giovanissimo in cerca dei soliti tormentoni di genere.

lunedì 1 maggio 2017
Peer Gynt

Film demonologico di raffinata potenza. Cupo come la morte e grigio come il peccato, risplende nei fulgidi capelli biondi della giovane Thomasin (una convincente e verissima Anya Taylor-Joy). Sembra di essere caduti, oltre che in un incubo opprimente, in un quadro nordico del Seicento: un trionfo del gotico letterario. Particolarmente consigliato a chi ama leggere racconti di Hawthorne, Lovecraft, [...] Vai alla recensione »

domenica 7 agosto 2016
themorenina

Quando finalmente ebbi modo di vederlo, mi aspettavo qualcosa di particolare,diciamo che ero in attesa, come già mi era capitato con un altro bellissimo film horror (We are what we are),invece ho capito che non era un film dove succede tanto e sembra di non avere visto nulla, ed è allora che mi sono "gustata" questo spettacolo horror. Ottimo!

martedì 26 giugno 2018
Ste Vercellone

Ho voluto approfondire visionando il film a causa dell'ambientazione nordica che ispira in me una certa curiosità morbosa e affascinante allo stesso tempo e devo dire che non ne sono rimasto affatto deluso. Partendo dal presupposto che in generale non amo i film horror poiché ultimamente privi di trama ed esageratamente ripetivi, The Witch mi ha fatto divertire, a tratti stupire, [...] Vai alla recensione »

sabato 8 aprile 2017
Johseph

Ottimo film, la trasposizione della strega è stata raccontata in maniera naturale, non aspettatevi incantesimi con effetti speciali. Bella l'atmosfera, finale a sorpresa. Da vedere assolutamente.

mercoledì 18 luglio 2018
Vivi

Questo film non è per niente originale... ti tiene sempre in sospeso e ti ritrovi alla fine del film che deve ancora succedere qualcosa!!! è molto sbrigativo!!! in pochissimo si sviluppa il finale... per me è stata una grandissima cavolata

lunedì 11 dicembre 2017
franto70

Come si fa ad elogiare un film del genere? Come si fa a catalogarlo film horror? L'unica cosa che si salva è la fotografia. Tutto il resto è pura noia.

martedì 27 dicembre 2016
uppercut

Forse il miglior film sul mondo delle streghe visto sinora. Curatissimo in ogni dettaglio, inteligente in ogni scelta registica. Consigliato vivamente. Da annotarsi lo sguardo dei nativi pellerossa verso il carro che si allontana all'inizio. Come se il cimitero indiano di Shining fosse una maledizione sotterranea capace di espandersi sotto un intero continente, sino al New England, dal 1600 ad [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 agosto 2016
Kyotrix

Film decisamente old style, pure troppp, forzato. La storia ( ma c'è una trama?!? ) è ridicola, il comportamento pure. Ok che siamo nel 1600, ma qui si esagera credo. Film adatto solo a visionari in cerca di film d'autore diversi dal solito. Più un opera teatrale che film.

mercoledì 17 agosto 2016
aldamar

Chiamarlo horror e' una Grossa Offesa,per chi gira VERI film Horror,mi sembra la storiella di cappucetto rosso,veramente tempo perso!!!

giovedì 18 agosto 2016
Hudys

È vergognoso presentare un film cosi scarso e pure mal interpretato al cinema. Storia inesistente, veramente brutto e mi fermo qua..... Da non vedere neanche se ti pagano il biglietto.

martedì 15 novembre 2016
darkmage1975

Premetto che generalmente sono molto pacato e accorto nelle mie recensioni ma pur essendo stata fatta a caldo non posso evitare di ripetere il titolo che ne ho dato "che m*****ata!" Raramente ho visto film più brutti di questo con pretese così elevate. Certo, ha una fotografia interessante, e sicuramente i film girati da un gruppo ristrettissimo di attori suscitano sempre in me un certo interesse, [...] Vai alla recensione »

Frasi
"L'avversario spesso viene sotto forma di caprone. E sussurra. Sì, sussurra…è Lucifero e lo sai! Lo sai!"
Thomasin (Anya Taylor-Joy)
dal film The Witch - a cura di Maurizio Deguardi
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Giona A. Nazzaro
Rumore

È abbastanza ironico che fra i produttori di The Witch (o semplicemente Witch) figuri anche Chris Columbus, regista di alcuni Harry Potter e produttore di un paio di Percy Jackson (oltre che uno dei nomi dietro Mediterranea di Jonas Carpignano). In realtà, al di là della superficialissima assonanza tematica fra il mondo del maghetto creato da J.K. Rowling e quello evocato da Robert Eggers per il suo [...] Vai alla recensione »

Alice Sforza
Il Giornale

New England, diciassettesimo secolo. Una famiglia, timorata di Dio, vive in una sorta di terra di mezzo, accanto a una foresta. Il bimbo in fasce, però, viene rapito (forse) da una strega, mentre è affidato a Thomasin (che brava Anya Taylor-Joy), la sorella più grande. Davanti al male che incalza, la fede può essere sufficiente? Un horror raffinato, d'autore che, con sapienza, sa dosare la tensione [...] Vai alla recensione »

NEWS
INFINITY
giovedì 18 gennaio 2018
 

New England, 1630. Il rigido e bigotto William, che si difende fieramente sostenendo di aver solo praticato il verbo di Cristo, viene giudicato da una corte e allontanato dalla comunità assieme a sua moglie Katherine e ai loro cinque figli.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati